Facebook Twitter Trip advisor Google Pinterest Instagram
Sweet Hotel

Territorio

Fondata in epoca romana, la vitalissima città nasce attorno ad un "castrum" e si trasforma, nel Medioevo, in castello di difesa del borgo arroccato attorno alla sua chiesa: la "Pieve di S. Maria”. Poi, nel 1281, viene scavata la "Roggia di Thiene" lungo le cui rive aprono bottega e case gli artigiani.

 

Situata al centro dell'ampia pianura nord vicentina, nella cosiddetta zona della Pedemontana, vicino allo sbocco della Val d’Astico, Thiene entra a far parte della Repubblica Veneta nel 1404 dove trova la forza utile allo sviluppo della sua economia e al diffondersi della cultura e delle arti.

 

Gli esponenti di famiglie nobili vicentine e della borghesia mercantile, artigianale e delle libere professioni investono capitali nell'acquisto, bonifica ed irrigazione delle terre, nei commerci, nell'edilizia che cambierà l’aspetto della città. A Thiene sorgono così eleganti dimore signorili, pregevoli opifici, fattorie e bellissime ville con annesse cappelle private.

 

Villa Porto-Colleoni-Thiene è davvero una vista imperdibile: pensate che essa viene spesso chiamata Castello per il suo caratteristico aspetto con due corpi laterali, leggermente sopraelevati, a forma di torre con cima merlata. In realtà è una villa gentilizia, che riprende i moduli tardo-gotici dell'architettura veneziana del 1400, la cui costruzione fu completata da Giovanni da Porto nel 1476.

 

Anche la scuderia del Settecento annessa al Palazzo è bellissima: opera del Muttoni, si compone di una vasta sala comprendente 36 colonne sormontate da putti, le mangiatoie in legno scolpite per 32 cavalli e il pavimento di marmo martellato e di mattoni a lisca di pesce.

 

Un appuntamento da non perdere? Vi segnaliamo la bellissima rievocazione storica (protagonista un grande corteo in costume) che si svolge ogni due anni dal 1992, data del 500° anniversario della concessione del "Mercato Franco” da parte della Serenissima Repubblica di Venezia.

visualizza Thiene sulla mappa >